Pesce pelagico in Sicilia

Quando parliamo di pesce pelagico parliamo di grandi emozioni subacquee:

 

 scosse di adrenalina, ritmo respiratorio che aumenta e bar che scendono vorticosamente. Solitamente questi incontri sono inaspettati.
Durante l’immersione, volgendo lo sguardo nel blu potrebbe passare un grosso predatore oppure una gentile aquila di mare.
Ma cosa si intende precisamente per pesce pelagico?
Il termine significa Del pelago (dal gr. πέλαγος «mare»), cioè del mare aperto. In oceanografia viene definita la zona pelagica come l’area del mare aperto cioè quella al di fuori della piattaforma continentale.
Per pesce pelagico intendiamo quindi il pesce che vive la maggior parte della sua vita in alto mare e solo saltuariamente si avvicina a costa per riprodursi o per seguire le sue prede.
Un esempio personale? 
Secca di washington nel nord Sardegna, un’ immersione incredibile per vedere grosse cernie brune e gorgonie rosse a partire dai 20 m. Arrivato nel punto più profondo lungo la parete nord con un gruppo avanzato (intorno ai 30 m), all’improvviso si percepì una “strana elettricità” nell’acqua, castagnole, zerri e mennole iniziarono a fibrillare e a muoversi a scatti nervosamente. Guardando il blu, un’ ombra di più di un metro ci sfrecciò davanti in cerca di prede…era un grosso tonno rosso.
Questi incontri possono capitare in qualsiasi momento e praticamente in qualsiasi punto d’immersione.
Ma esistono siti d’immersione nei quali è più facile osservarli?
Certo! A seconda dei periodi stagionali, della conformazione dell’immersione e della disponibilità di cibo le possibilità di avvistamento possono aumentare.
Generalmente i grossi predatori come ricciole, lampughe, tombarelli e tonni, si avvicinano a costa in tarda estate seguendo i cicli riproduttivi dei pesci azzurri più piccoli (come aguglie, sardine, latterini).
Le isole siciliane ospitano alcuni tra i siti migliori per osservare i grandi pelagici. 
Ecco alcuni suggerimenti:

SECCA DELLA COLOMBARA, USTICA

SECCA DEL TORO, FAVIGNANA

LA SECCHITELLA, LINOSA

SECCA DI SCIROCCO, STROMBOLI

Photo credit: tchami

Pesce pelagico in Sicilia

Leave a comment

You are commenting as guest.