Intervista all'Orso Capo

Una breve intervista a Corrado Azzali, uno dei personaggi subacquei più noti del panorama nazionale. Il pioniere del Whale Watching in Italia ed un' incredibile fonte di esperienza nel campo della subacquea ricreativa maturata in anni di lavoro all'estero e in Italia. Ci ha raccontato brevemente la sua storia e quella del suo centro subacqueo situato in una delle zone più belle d'Italia. Chi più di lui ci puo' consigliare le migliori immersioni e le tipicità del Nord-Est Sardegna...

1) Ciao Corrado, raccontaci brevemente la tua storia subacquea.
Inizio da autodidatta a 18 anni, per poi abbracciare la didattica PADI fino a diventare istruttore nel 1986. Nell'84 inizio la mia carriera da guida/istruttore alle Maldive rimanendoci fino al 91 lavorando nelle isole di Halaveli (2 stagioni) e Veligandoo (1 stagione) per poi organizzare, per primo, crociere per subacquei alle Maldive.
Il tutto iniziò per un over booking, ma la storia è troppo lunga, sintetizzando dal 87 al 91 feci il responsabile e capo barca dello Yacht Doni "Bodu Mora" commercializzata in Italia dalla Safari Adventure di Monza.
Nel 91/92 mi trasferii in Thailandia per organizzare crociere per sub alle Isole Similan e Surin. Nell'87 avevo già aperto, a Poltu Quatu in Sardegna, l’Orso Diving Club che quest'anno fa il 30° anno d'attività.
Negli anni 90 aprii Orso Divng Club in varie parti del mondo e gestii barche da crociera per sub a: Hurgada e Sharm El Sheik in Egitto, Port Sudan, e Cayo Largo a Cuba.
In quegli anni Fondai, con mia moglie Paola Pegoraro, il Tour Operator "I Viaggi dell'Orso" vendendo solo destinazioni con nostri diving o barche.
Nel 2000, a causa di problemi societari, mollai tutto l'estero ed il T.O. per dedicarmi esclusivamente al capostipite Orso Diving Club - Poltu Quatu, posto dove ho deciso di passare il resto della mia vita perché nell'insieme non ha concorrenti!
2) Come ti descriveresti come subacqueo?
Guida subacquea ricreativa in primis: per me più che un lavoro è sempre stato un piacere. Foto/video operatore ed esploratore di nuovi fondali e mari.
3) Quale è la tua immersione preferita nel Nord-Est Sardegna?
Secca di Spargi conosciuta anche come Washinghton Rock.
4) Quali sono le tue 5 immersioni preferite in giro per il mondo e il tuo ricordo subacqueo più bello?
Pass di Rasdu (Maldive), Cayo Blanco, Golfo di Cazones (Cuba), Sha’ab rumi Sud (Sudan), Secca del Toro (Corsica), Secca di Hin Deng (Thailandia)
Considerando le 6/7000 immersioni che ho fatto non saprei proprio quale scegliere... Ecco, forse un’ immersione che feci negli anni 80, quando ero capo barca sul Bodu Mora. Allora ero l'unico che faceva fare la pass di Dighiri (Felidhu Atoll) in corrente ad entrare immergendoci all'altezza di centro pass con cigliata a 45 m. Ci buttammo un mezzo miglio in mare aperto per scendere nel blu e raggiungere la cigliata della pass; nella discesa passammo in mezzo ad enormi banchi di Squali martello, barracuda, carangidi ed aquile di mare. Arrivati sulla cigliata vedemmo veramente di tutto incluso uno squalo volpe. Sicuramente l'immersione dove vidi più pesce!
5) Nuovi orizzonti e sfide del tuo futuro subacqueo e della tua attività.
Con grande dispiacere ho praticamente mollato la subacquea a causa di problemi di labirinti dell'orecchio, ma ci sono mia figlia Asia (20 anni,  già istr. PADI, comandante e brava guida sub) che sta seguendo le mie orme; pensa che in questo momento è con il suo ragazzo Luca Malgiacca (mio giovane socio in Orso Divng, specializzato nella subacquea tecnica) a gestire un Yacht Doni alle Maldive, mentre d'estate sono con me in Sardegna. Ho anche un altro giovane socio Alessandro Boschi (23 anni) molto talentuoso che si occupa della didattica ricreativa. Per me è una grande soddisfazione poter trasmettere a questi ragazzi tutta la mia esperienza e passione!
Personalmente mi sto divertendo un mondo ad andare per balene, capodogli, delfini, mante e quant'altro nell'incredibile Canyon di Caprera (Canyon subacqueo tra le 20 e 30 miglia dalla costa al traverso di levante delle Bocche di Bonifacio che arriva a 1.100m di profondità) dove, quando c'è l'occasione, mi immergo armato di bombolino da 5 l. per fare fantastici filmati a capodogli, mante, grampi e balene.
Nel gruppo WWS (Whale Watching Sardinia) su fb potete vedere i video e foto che faccio in quelle occasioni.
Orso Divnig Club -  Poltu Quatu si occupa di subacquea a 360° evolvendosi continuamente da 30 anni, offrendo 40 immersioni ricreative in 3 Parchi Marini (Arc. di Lavezzi in Corsica, Arc. di La Maddalena e Tavolara), 12 relitti per le immersioni tecniche (due scoperti da noi), didattiche ricreative e tecniche a tutti i livelli. Oltre alla subacquea, ODC, offre vari tipi di escursioni snorkeling, dolphin e whale watching.
6) Cosa consigli per chi volesse visitare il Nord-Est Sardegna?
Da maggio a ottobre è il periodo migliore. Da metà giugno a metà luglio è il mio periodo preferito. Immersioni da non perdere: Secca di ponente, Il pilone e Città delle Cernie del Parco Marino a Lavezzi, Secca di Spargi conosciuta anche come Washinghton Rock, I Picchi Is. di Caprera, Secca del papa Is. di Tavolara. Escursione Whale Watching al Canyon di Caprera.

Intervista all'Orso Capo

Leave a comment

You are commenting as guest.